Stile tropical: welcome to the jungle

26 maggio 2017 by Jennifer Marchetti0
Bar-Botanique-1-stile-tropicale-AJournal-1200x987.jpg

 

È ufficiale ormai: ‘tropical’ is the new black!

Da un paio d’anni il design ruba la vegetazione dalle località tropicali per vestire gli spazi con le foglie di palma e con l’allegria del jungle mood.

 

Dagli ambienti domestici ai locali – bar e ristoranti soprattutto – impazza la moda degli interni animati dal foliage esotico. Del resto si sa, la foglia di palma è simbolo di vitalità e spensieratezza, ricorda i viaggi, le spiagge lontane, il sole, il mare, le vacanze: trasmette gioia insomma.

Lo stile tropical ha alcuni elementi in comune con lo stile anni Settanta, come, per esempio, l’uso di piante da interni negli ambienti, dove la natura è stampata su tovaglie, runner, tappeti e oggetti realizzati con materiali naturali, come vimini, fibra di cocco e bambù.

Il fascino dell’esotico quest’anno si arricchisce di nuovi colori e vegetazione: dalle foglie di banano, alle tonalità del verde, del viola, del rosa, passando per l’azzurro. Non manca il tocco di oro pallido che ben si sposa con la carta da parati effetto giungla.

 

Come realizzare un ambiente dall’atmosfera jungalow?

Immergersi nel mood tropical di un locale significa catapultarsi in una dimensione suggestiva e vivace dove design, arredi e dettagli hanno un ruolo fondamentale. Ti suggeriamo questa full immersion di bar e locali per il food che hanno saputo catturare le suggestioni esotiche per trasformarle in spazi unici e seducenti.

 

Stile tropical bar Amsterdam
Stile tropical: Bar Botanique ad Amsterdam @ Archilovers

 

Il Bar Botanique di Studio olandese Modijefsky ad Amsterdam porta gli ospiti nella dimensione più “botanica” del design, tra le piante ornamentali, palme, filodendri e felci che si combinano ai toni del verde e del rosa di arredi e finiture.

In questa caffetteria il tropical è a tavola in una foresta fatta di specchi appesi che pendono come liane, mobili pensili, fiori e tubi al neon. Di grande impatto visivo il bancone bar, in marmo e cementine, su cui sono inseriti elementi metallici ad arco e specchi retroilluminati. Davanti al bancone gli sgabelli in pelle e poltroncine dai colori vivaci.

 

 

Stile tropical bar Ravenna
Stile tropical: Fresco Cocktails and Tapas a Ravenna @ Archilovers

 

Nel centro storico di RavennaFresco, Cocktails & Tapas è un bistrot che spazia dal vintage al tropical. Gli arredi, curati dall’interior designer Monica Poletti, mettono assieme parati floreali ispirati a Bali, pezzi su misura e lampade anni Sessanta.

Forte il richiamo all’isola indonesiana dove i fiori non vengono scambiati come omaggio personale, ma sono il principale elemento delle composizioni lasciate in offerta presso i templi, per strada, in riva al mare e nelle foreste, ovunque vi sia una presenza cui rendere omaggio e onore.

 

Stile tropical ristorante Berlino
Stile tropical: Panama Restaurant a Berlino @ Archilovers

 

A due passi da Potsdamer Platz, a Berlino, la designer Nora Witzigmann ha immaginato un angolo dal sapore esotico, condito con dettagli inediti e temi contrapposti, per il Panama Restaurant. In questo spazio gli accenti tropicali si mixano alle opere d’arte e all’atmosfera familiare.

 

Stile tropical ristorante Bucarest
Stile tropical: Kane World Food Studio Restaurant & bar a Bucarest @ Archilovers

 

Anche a Bucarest impazza la moda degli interni in stile tropicale. In un tessuto urbano in disuso, in uno dei quartieri in rinnovamento della città, lo studio bogdan ciocodeica ha creato una vera e propria oasi tropicale urbana, che prende il nome di Kane World Food Studio Restaurant & bar. Si tratta di uno spazio pieno di verde, uccelli esotici e scimmie, dove campeggia il bancone di otto metri di marmo, con grande specchio alle spalle, e la parete con un grande dipinto murale che riprende il tema della giungla.

 

Stile tropical bar Bari
Stile tropical: Bit Bloom in Town a Bari @ Archilovers

 

L’ondata di colore e frivolezza del design tropical è giunta fino in Puglia, in provincia di Bari. Qui Serena L. Rosato, founder dello studio Diorama, con Andrea Paone, ha realizzato un progetto fresco e funzionale: il BIT – BLOOM IN TOWN Mixology Bar + International Kitchen.

Il risultato è una sintesi fra gusto tropical-chic, ricerca dei materiali, artigianalità, gastronomia e dettagli sartoriali. Il locale si compone di tre spazi.

La sala principale, dove il bancone in ottone, lamiera e vetro, lungo dieci metri, brilla in tutta la sua eleganza con una quinta scenografica di sfondo in metallo nero e ottone, che ospita le bottiglie a vista.

Il secondo spazio rende omaggio all’esplosione di colori tipica dei vicoli dell’Avana.

La terza sala rende omaggio alla tradizione locale pugliese: le volte in pietra accolgono folte piante verdi, oggetti a forma di fenicotteri, specchi bruniti o deformanti, piatti ornamentali, stampe tematizzate, lampade e cimeli provenienti da tutto il mondo.

 

Non resta che prendere spunto e canticchiare come i Guns N’ Roses:

“In the jungle, welcome to the jungle
Watch it bring you to your knees, knees…”

 

LASCIATI ISPIRARE DA ARTIC PER IL TUO LOCALE… CONTATTACI!

 


 

Valentina Ieva
Laureata in Ingegneria edile-architettura, giornalista per professione, web writer per diletto. Amante di architettura, design, fotografia e libri di carta. Dipendente dai social, Instagram e InstaStories su tutti. Affamata di vita, viaggi e storie da scoprire. Qualunque forma d’arte mi affascina da sempre e non posso pensare una vita senza: emozioni forti, immaginazione, buona musica, cucina pugliese, sole e gatti. Per dirla con le parole di Battiato, non potrei vivere senza: ‘un soffio al cuore di natura elettrica’!